Il diritto di critica è contagioso

In attesa di inventare un vaccino contro l’esercizio del diritto di critica, la dirigenza della Fnp di Verona ha cominciato ad usare la prevenzione. E così Luigi Bombieri, dopo aver espresso le sue critiche che qui abbiamo pubblicato, si è trovato escluso dall’accesso all’intranet della Cisl nonostante la sua iscrizione sia ancora valida e in corso. Come se fosse portatore di un virus che non deve circolare, altrimenti si rischia il lockdown dell’organizzazione.

E, in effetti, qualche sede in provincia di Verona pare abbia dei problemi a stare aperta, visto che il criterio della fedeltà al capo (e al capo del capo) tende sempre a diventare maniacale e ad essere applicato come quando Stalin ordinò di fare pulizia nel partito comunista sovietico: se non si fosse fermato per tempo, sarebbe rimasto da solo.

Invece noi siamo contenti di dare qui a Luigi quel diritto di parola che ad altri fa così tanta paura da mettersi le mascherine, detergersi le mani e mantenere il distanziameno sociale al solo sentirne parlare. E ad agire in base all’articolo non scritto dello statuto che però è il più applicato: l’esercizio di critica è permesso, a patto che non venga esercitato.

il9marzo.it


Dopo la mia lettera aperta al Segretario Nazionale Piero Ragazzini, la segreteria di Verona ha provveduto a farmi bloccare l’accesso a FirstClass. Altro sintomo di debolezza del Segretario della FNP di Verona e ulteriore violazione dello Statuto. Art. 4 dello Statuto FNP CISL…….gli iscritti hanno diritto ad essere adeguatamente informati e coinvolti nelle decisioni che li riguardano e possono esercitare il diritto di critica nei confronti dei dirigenti sindacali, nei limiti previsti dal presente Statuto ed in termini democraticamente e civilmente corretti.

Comunque ciò non mi impedirà di esternare il mio pensiero e le denunce sulle continue violazioni dei regolamenti da parte del mio (ancora per poco) Segretario.

Luigi Bombieri

Condividi il Post

20 Commenti - Scrivi un commento

  1. Ragazzini e’ cosi’
    di buono ha solo l’accento emiliano. ma ha i denti velenosi dell accidioso.

    Vigile urbano senza mai aver indossato la divisa. Che ha usalto i soldi dei pensionati al minimo per pagare la portaborse di Baretta.
    Queste le migliori credenziali per risanare il bilancio di Napoli.

    Reply
  2. Ragazzini e’ una persona cattiva.
    In Abruzzo ha minacciato di commissariare una federazione che voleva invitare Giovanni Luciano.
    Non ha mai fatto un contratto collettivo. Solo potere

    Reply
    1. Ma state veramente vaneggiando. Avete visto ed esaminato le norme della finanziaria con le previsioni a favore dei pensionati? Erano anni luce che non c’era alcuna concessione.
      Guardate sempre alle azioni nei riguardi di chi non critica ma offende.
      Se lo fa un “amico” contro il sistema, va difeso.
      Voi mancate totalmente di obiettività.
      Agite solo per smembrare l’Organizzazione solo perchè non ne fate più parte.
      Le critiche vanno bene. La demolizione assolutamente no.

      Reply
      1. Una precisazione astronomica: gli anni luce misurano la distanza nello spazio, non nel tempo (un anno luce è la distanza che percorre la luce in un anno).
        Forse volevi dire secoli, millenni o cose del genere. Sta di fatto che l’anno scorso, e l’anno precedente, e quello prima alla testa dei pensionati c’era lo stesso gruppo di potere che c’è ora.
        Quindi se tu gli accrediti i successi che vedi nella finanziaria di quest’anno gli dovresti, per coerenza, addebitare i fallimenti che vedi negli anni passati.
        Quanto alle critiche, in questo blog è vietato dire che le critiche devono essere costruttive e non distruttive. Qui le critiche possono essere giudicate giuste o sbagliate nel merito, ma entrambe sono comunque espressione di libertà.
        E se uno ha paura di essere distrutto da una critica vuol dire che merita di non durare a lungo.

        Reply
  3. Il RE SOLE , una vita di disagi , non è un martire ma altro….. la memoria non , per chi c’è l’ha , dovrebbe essere da monito per le nuove generazioni che operano nel sindacato….. anche i RE cadono senza sole ….è la vita….quindi stia sereno il sole che le cose vanno bene e le finte lacrime per passare come martiri non servono….. bye bye RE SOLE

    Reply
    1. Noi questo commento lo pubblichiamo, ma non capiamo nulla di cosa voglia dire. Se quando scrivete i commenti riuscite a farvi capire è meglio.

      Reply
  4. Io non ho capito bene i post precedenti ma se il buon bombieri ha revocato la delega…ma che parla a fare?….andasse a parlare nei nuovi consessi….ripeto non prendo le parti di nessuno…ma una volta che revochi sei fuori dal dibattito….almeno io farei cosi

    Reply
    1. Non sappiamo se Luigi Bonbieri ti vorrà rispondere, ma ci permettiamo di farti notare due errori, uno di fatto e uno per così dire ideale, in quello che dici.
      L’errore di fatto che Luigi Bombieri non ha “revocato la delega”, ma ha annunciato che non la rinnoverà. E la cosa è diversa.
      L’errore ideale è che Luigi non ha fatto questo scelta perché rinuncia a dire la sua, i suoi giudizi sulla Cisl, ma perché pensa che questa fosse l’ultima arma estrema per farsi sentire e per dare un giudizio chiaro. Quando e parole non bastano, ci vogliono i fatti.
      Ma forse c’è anche un terzo errore che fai: quello di “non prendere le parti di nessuno”. Forse sarebbe meglio per la Cisl se ci fosse più gente capace di prendere parte e agire di conseguenza. E invece ora accade che chi non prende parte e non si schiera sta dentro, e chi prende parte va fuori per poter dire la sua.

      Reply
      1. Bravi! Questo è ciò che – ho scoperto che – accade in fim e in cisl dopo un po’ di anni in cui si è provato a fare qualcosa, o semplicemente Sindacato, per i lavoratori. Evidentemente la situazione è progressivamente peggiorata dall’uscita di Carniti in poi. E noi che abbiamo iniziato poco più che 30enni negli anni 2000, ci siamo resi conto che prendere parte (per i lavoratori) significa essere via via emarginati ed anche mobbizzati, fino al punto – appunto – che per poter dire la nostra bisogna andar fuori.

        Reply
        1. Il signor bombieri ha revocato la delega quindi hai fatto un errore di grammatica…e non conosci proprio bene le regole del tesseramento….ma ok

          Reply
  5. Il RE SOLE ( alias Bombieri Luigi ) per chi lo conosce a Verona non è un martire ….. Piero Ragazzini è il segretario Nazionale ci sarà il motivo perché lui è segretario nazionale e il RE SOLE si è spento….. meditate gente meditate….

    Reply
    1. Il re sole era quello che stava nel palazzo di Versailles, non a capo di qualche provincia o regione. Quindi la metafora che hai scelto non era adatta a far capire quello che volevi dire, e anzi ci era sembrata semmai una critica a Ragazzini.
      Comunque grazie per la precisazione.

      Reply
  6. Mi sembra sia un probiviro Cisl. Vir in latino mi pare voglia dire uomo valoroso e virtuoso. Probo significa buono. Quindi uomo valorosissimo, virtuosissimo, buonissimo. Provate a fare un ricorso ai Probiviri contro qualche pezzo grosso e attendete il lodo. Avrete delle straordinarie sorprese.

    Reply
      1. Bella battuta !
        Peccato che ci creda chi fuori dalla Fim frequenta questo posto.
        In Fim invece ci possono credere nelle Marche e in Campania .
        Li sono un po’ indietro .
        Sono rimasti al medioevo della precedente gestione

        Reply
        1. “Questo posto” è un blog che anche tu frequenti per dire quello che pensi. Tutti sono liberi di commentare quel che dicono gli altri, è gradita l’educazione verso chi vi ospita tutti, bentivogliani o neoantibentivogliani.

          Reply
  7. L’invito di un ex segretario da parte della propria categoria è giusto.
    Il problema è che invitano solo quelli chiacchierati.
    Le persone perbene le cancellano anche dalle fotografie. Un’organizzazione seria non può essere fatta di segretari mediocri che cancellano la storia perché anche senza incarichi gli fa ombra.
    Le rsu e gli iscritti gli chiedono un selfie ma vedono chiaramente la meschineria.

    Reply

Commenti