2/Il mondo sta cambiando

Mentre i sindacati stanno fermi, c’è chi pedala. e si organizza. Come i gruppi di Riders Union.

Come racconta oggi Enico Marro sul Corriere Economia, a Bologna i riders – o ciclofattorini – si sono organizzati trovandosi in rete e al di fuori dei sinacati tradizionali,  che ora vanno a rimorchio della politica, visto che sono i presidenti delle regioni a prendere l’iniziativa di convocarli per cercare di ridare alle confederazioni quel ruolo di rappresentanti che i lavoratori hanno tolto loro.

marro riders

Invece di organizzare questi lavoratori, i sindacati stanno cercando di farli entrare in schemi di rappresentanza che sono tagliati sulle esigenze delle organizzazioni. E allora i lavoratori si organizzano da soli. E dubitiamo che il “soccorso rosso” serva a ridare loro effettiva rappresentatività.

Il mondo sta cambiando, e chi non lo capisce in tempo, perché distratto dall’amministrazione di enti e fondi, rischia di restare spiazzato.

 

 

Condividi il Post

9 Commenti - Scrivi un commento

  1. Il mondo è già cambiato, ma per lo stradino e company pare che tutto prosegua nell’assoluta normalità; anche l’arroganza di farsi interpreti delle esigenze di nuove categorie di lavoratori, senza averli mai incontrati e tanto meno ascoltati. Almeno così par di capire dalle dichiarazioni del cantoniere. Quando dice “la Cisl sta mettendo a punto una serie di proposte adatte a questo dinamico e particolare mondo del lavoro, tra le quali quella di costruire tutele mutualistiche e INTEGRATIVE che consentano le coperture previdenziali, infortunistiche e sociali per chi lavora alle dipendenze di una app, sia come dipendente che subordinato, collaboratore o lavoratore autonomo” omettendo di dire dove e quando ha sentito dai lavoratori queste proposte .
    In realtà, il lupo cambia il pelo ma non il vizio, hanno in mente sempre e solo la stessa cosa, come sfruttare i bisogni dei lavoratori per allargare i propri profitti (la previdenza integrativa è un lampante esempio) chi non ricorda l’impegno profuso per farla partire e le laute promesse fatte e sgonfiatesi appena eletti i vari consigli e organi di amministrazione con le ovvie rappresentanze sindacali?
    Questi non hanno capito una semplicissima verità e cioè che i lauti pascoli in cui si sono ingrassati finora, alle spalle dei lavoratori, sono finiti così come sono finiti i loro partiti di riferimento. Scavandosi la fossa con le proprie mani. Gli uni e gli altri mettendosi al servizio del potere finanziario. Ma della serie chi di spada ferisce di spada perisce come loro scaricarono i lavoratori oggi la finanza scarica loro.
    Onore alla memoria di Fausto

    Reply
    1. Bernava avrebbe favorito Montante perché dopo essere stato sentito dalla Procura di Caltanissetta come persona informata sui fatti, avrebbe rivelato a Montante “il contenuto di parte delle dichiarazioni contenute nel verbale”, per il quale era stato disposto il divieto di comunicazione di fatti o circostanze oggetto dell’indagine.

      https://www.stampalibera.it/2018/05/14/montante-sono-22-gli-indagati-ce-anche-il-messinese-maurizio-bernava-leader-della-cisl/

      Reply
  2. Fondimpresa è un fondo gestito dalla quadruplice Confindustria-Cgil-Cisl-Uil. Quindi abbiamo un’inchiesta su un alto dirigente Confindustria che vede interessato un ex alto dirigente della Cisl nominato dalla Furlan dentro a questo fondo con mega stipendio annesso…
    http://www.fondimpresa.it/chi-siamo

    Reply
  3. Penso che questi siano i primi effetti dell’ultimo risultato elettorale e i tanti che hanno, scheletri negli armadi, di certo non fanno sonni tranquilli. temendo la resa dei conti.

    Reply
  4. Cosa dirà la Cisl il giorno che verrà sollevata l’assunzione dello stradino all’anas mentre era contemporaneamente segretario della cisl calabrese e conseguentemente messo in distacco sindacale retribuito? Dirà che non lo conosceva perchè nato sotto il garigliano?

    Reply
  5. Quando solleveranno l’assunzione di Sbarra all’anas Diranno che non ne sapevano nulla… mascherando l’evidenza con il solito dito… comunque speriamo che venga fatta giustizia e che chi pensa di far vedere che si sta ripulendo la CISL da persone false, inutili è imbroglioni sarà smentito dai fatti! Speriamo presto e che almeno chi crede ancora in questo sindacato possa risollevarsi!

    Reply

Commenti