La linfa vitale

“Nei tempi moderni la morte di una democrazia è il più spesso un suicidio camuffato. La sua linfa vitale un regime di libertà dovrebbe riceverla dall’autogoverno delle istituzioni locali. Dove invece la democrazia, spinta da alcune sue tendenze deteriori, soffoca tali autonomie, non fa che divorare sé stessa. Se nella fabbrica regna l’arbitrio padronale, nel sindacato la burocrazia, nel comune e nella provincia il rappresentante del potere centrale, nelle sezioni locali dei movimenti politici il fiduciario del capo del partito, lì non si può più parlare di democrazia”.

Questa frase, tratta dal libro di Ignazio Silone “La scuola dei dittatori” (una lettura che ci fu consigliata da un amico vero in giorni difficili fra il commissariamento, i licenziamenti e le epurazioni che seguirono) figura da anni nel nostro blog, sulla colonna di desta. Ma forse lì era rimasta un po’ troppo isolata.

E allora la riproponiamo in bella vista in questi giorni in cui, grazie a Report, si parla molto di fatti accaduti nella Cisl. Fatti di cui si capisce il senso e che spingono all’azione politica se si tiene a mente che non si sta parlando di chi ha rispettato meno il regolamento fra gli ultimi due segretari generali della Cisl, o di carriere fatte o non fatte da questo/a o quello/a. Il che sarebbe solo una questione di gusti, o di simpatie e antipatie.

Si sta parlando della linfa vitale della libertà e del suo soffocamento a seguito della trasformazione dell’associazione in burocrazia controllata da un gruppo di potere.

I fatti raccontati da Report (come altri raccontati da noi) sono sintomi di come la burocrazia sta soffocando la libertà: la libertà della Fai di votare contro il proprio scioglimento, la libertà di un iscritto di criticare il segretario generale: la libertà di prender parola negli organi senza ricevere la visita di ispettori che poi confessano in tv con il volto oscurato di essere strumenti di controllo dell’organizzazione per l’eliminazione del dissenso (i servizi ispettivi controllati dal centro sono strumento tipico del governo burocratico) . E così via

Fatti che restituiscono l’immagine di un’associazione dove la democrazia sta distruggendo sé stessa concentrando il potere di una élite che non risponde di quello che fa, se non a sé stessa. Salvo sbranarsi alll’interno del gruppo ristretto di potere fra cordate in lotta, come avvenuto nel caso della defenestrazione di Bonanni e come può succedere ancora (i vetri della casa della signora Anna Maria pare stiano tremando dalle urla delle liti in corso perché lei  non accenna ad andarsene).

Con questo motivo di riflessione, auguriamo buon Natale a tutti. E diamo appuntamento alle prossime iniziative che prenderemo presto per fare quel che possiamo a favore dell’autogoverno e contro la burocratizzazione.

Condividi il Post

20 Commenti - Scrivi un commento

  1. La signora come tu la chiami ha detto coram populo nel cg cisl…che sarà la nuova dirigenza a gestire il percorso congressuale …tanto per dire ….bisogna dare informazioni corrette..auguri a tutti

    Reply
    1. Grazie dell’informazione, si vede che tu ne sai più di noi che non facciamo parte del consiglio generale e che sul sito e su twitter di quei lavori abbiamo letto solo, se non ci siamo distratti, le solite banalità da ufficio stampa. Però a occhio, se capiamo ancora il sindacalese “gestire il percorso congressuale”, tanto più in tempi di pandemia, può voler dire tutto o niente.
      Staremo a vedere, ma per noi, e ci sembrava di essere stati chiari, la cosa più importante non è la carriera di questo/a o quello/a; la cosa più importante è la libertà. E non ci aspettiamo che arrivi da qualche cambio, o non cambio, al vertice.

      Reply
  2. Il percorso congressuale e stato deliberato e mi stupisce admin che tu non sappia le cose…comunque…non bisogna dare informazioni di liti e vetri che tremano se non si hanno le evidenze .. quindi non sono informazioni corrette…semmai cambia informatori. Un buon natale a tutti

    Reply
    1. Qualcuno ci ha fatto avere il calendario del “percorso congressuale”, che prevede le assemblee nei luoghi di lavoro e/o di base entro il 25 maggio. Già di queste assemblee congressuali non se ne facevano molte pur essendo la condizione di legittimazione di tutte le istanze successive, se si considera poi che in primavera la vaccinazione della popolazione non sarà ancora completata possiamo immaginare cosa succederà.
      Qui di sotto, per chi non lo conoscesse, il calendario
      Assemblee congressuali nei luoghi di lavoro e/o leghe e/o Rls entro il 25 maggio 2021
      Congressi Categorie Territoriali entro il 20 giugno 2021
      Congressi Categorie Regionali entro il 15 luglio 2021
      Congressi UST dal 1° settembre al 5 ottobre 2021
      Congressi USR e USI entro il 31 ottobre 2021
      Congressi Federazioni Nazionali entro il 26 novembre 2021
      Congresso Confederale dal 13 al 16 dicembre 2021

      Reply
  3. Le guerre per bande non ci sono ci sta una banda piccola piccola piccola che tenta di far rumore…ma non la segue nessuno come e evidente dalle centinaia riunioni di consigli generali di questi giorni…e ..i vetri non hanno tremato te lo do per certo…..tutti passaggi che si sanno da due mesi…almeno quelli che hanno buone informazioni buon natale va

    Reply
  4. https://www-ilfattoquotidiano-it.cdn.ampproject.org/v/s/www.ilfattoquotidiano.it/2020/12/24/marco-bentivogli-ricoverato-durgenza-lex-segretario-della-fim-cisl-nel-reparto-covid/6047543/amp/?amp_js_v=a6&amp_gsa=1&usqp=mq331AQHKAFQArABIA%3D%3D#aoh=16088368497525&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&amp_tf=Da%20%251%24s&ampshare=https%3A%2F%2Fwww.ilfattoquotidiano.it%2F2020%2F12%2F24%2Fmarco-bentivogli-ricoverato-durgenza-lex-segretario-della-fim-cisl-nel-reparto-covid%2F6047543%2F
    Buon Natale anche a Marco

    Reply
  5. Certo buon natale.. ma non ci siamo proprio descrivete la realtà virtuale come matrix.. anzi per sentita dire comunque. Buon natale e tutti comunque i vetri vi stanno lontani e non tremavano affatto ..cambiate informatori… cmq lo ripeto…la cisl è unita e fra poco come sempre detto.. 4…amici…questo comunque non mi esime dall augurarvi veramente un buon natale e buone feste e un buon 2021

    Reply
    1. Se ci dici di cambiare informatori e affermi di saperne di più dei nostri è come se ti stessi offrendo di passarci delle informazioni…
      … ma a noi non interessa giocare a James Bond o a Mata Hari. Interessa la libertà. Che poi sarebbe l’argomento del post sul quale stai monopolizzando il dibattito parlando d’altro.
      Quindi, perdonaci, ma per quanto ci riguarda il battibecco finisce qui. Almeno fino a Santo Stefano incluso.

      Reply
    2. osservatore interessato · Edit

      Che la Cisl sia unita per autotutela e’ indubbio ma comunque l’apertura della stagione della successione provochera’ qualche movimento specie se si allontana l’ipotesi dello stradino dovremmo cercare di promuovere sul web qualche iniziativa che possa scuotere le periferie visto che ormai , oltre la segreteria nazionale , anche larga parte delle prime linee si sono assuefatte al credo bonanniano e sono difficilmente recuperabili ad assumere comportamenti gestionali accettabili.

      Reply
  6. Neanche in ospedale · Edit

    Che neanche una persona sotto ossigeno fermi le cattiverie contro Bentivogli da Natale in Ospedale fa capire cosa ha voluto importare Crudelia in Fim. E Benaglia sarà ricordato per aver consentito tutto questo.
    Seguire le manie di una paranoica chiedendo come scrive rota ai suoi nella difesa “marziale” dell organizzazione fa capire il livello di degrado etico e che difendono solo i loro stipendi e privilegi per in organizzazione di cui fuori dalle sedi si parla solo di scandali. Di “marziale” c è solo la mediocrità di uno che si è autoassunto. Nei corridoi tutti vogliono che se ne vadano a casa tutti. Non c’è nessuna stima e amicizia. Hanno distrutto tutto. So che si stanno scrivendo tutte queste memorie. Quella sarà la vera storia della dismissione di un sindacato.

    Reply
  7. Non c'è solo Report · Edit

    Ma le cattiverie dove le avete lette ?
    Le cose serie ancora sono ferme per i controlli e la due diligence che in Fim nazionale stanno facendo.
    Un disastro quello fatto negli ultimi 24 mesi in corso Trieste .
    Un disastro che non potrà non aver conseguenze .
    E allora ,magari non Report , ma vedrete che qualche TV se ne occuperà!

    Reply
    1. Caro amico anonimo, se tu ti ostini a non usare la funzione “reply” il risultato, per chi legge, è che invece di rispondere a qualcuno, parli in generale. Per cui il “voi” che usi (sarebbe meglio il tu, ma lasciamo perdere) sembra rivolto al blog invece che alle persone con cui interloquisci, in questo caso quelli della Fim (ai quali mandi mesaggi che noi non siamo in grado di decifrare).
      Non è un puntiglio, è che in questo modo si perde la specificità dell’oggetto del tuo intervento, e tu rischi di fare la figura di quello che interviene solo per fare confusione. Nel qual caso l’amministrazione del blog deve inervenire a rimettere ordine.
      Ad ogni modo, più tv si occupano della Cisl meglio sarà per tutti.

      Reply
    2. in tv l'allenatore nel · Edit

      Le persone, quelle senza stipendio dalla cisl, mi pare abbiano chiarissimo cosa sia diventata la Cisl.
      E in questi giorni, nei corridoi anche alcuni stipendiati che si vergognano di spiegare a casa, ai loro figli, chi sono i loro vertici.

      Reply

Rispondi a Neanche in ospedale Annulla risposta