Altri otto minuti di Report

La pagina Facebook di Report pubblica una nuova anteprima del prossimo servizio sulla Cisl. Da cui si evince che l’intervista promessa a luglio dalla signora Anna Maria è stata rinviata ancora. E lo stesso vale per l’attuale segretario generale aggiunto (che in questi giorni sta giocando la sua partita per andare sulla poltrona di numero uno). E anche il segretario generale dei pensionati attuale non ha intenzione di rispondere ad alcunché, e volta le spalle alla richiesta di chiarimenti su storie di cui è stato protagonista come segretario amministrativo durante la segretaria Bonanni e durante la segreteria Furlan.

Buona visione, anche se “buona” non è l’aggettivo giusto per chi ama la Cisl.

https://www.facebook.com/160634710642350/posts/3641990485840071/?vh=e&d=n

 

Condividi il Post

17 Commenti - Scrivi un commento

  1. Vista vista niente di nuovo roba vecchia e già smentita dai fatti…dell ultima parte dell intervista però….si hanno le evidenze quando si sfrutta una lettera amicale personale e la si rende pubblica si vuole solo gettare fango.. .allora qualcuno ha pero le evidenze del prode bombieri.. qualcuno le ha…… cmq tutta questa passione per report..e altamente sospetta…

    Reply
  2. Visto il servizio. Roba trita e ritrita dell ultima parte però vorrei parlare…qualcuno ha le evidenze dell ultima persona che ha parlato..ci sono le evidenze così come di altri…..vediamo va…

    Reply
  3. Non e' report che danneggia l'immagine di delegati e iscritti · Edit

    A danneggiare “l’immagine di iscritti e delegati” sono questi indecenti dirigenti non report. Stessa linea difensiva da anni.

    ECCO COME SI DIFENDE LA CISL SU FACEBOOK:

    La Cisl è un sindacato libero e democratico, da sempre aperto anche alle critiche costruttive. Abbiamo comunicato più volte la disponibilità a rispondere – in diretta – a tutte le domande della redazione, ma Report non ha accettato.
    Ribadiamo che la Cisl ha reso pubbliche sul proprio sito le retribuzioni dei dirigenti e i bilanci già dal 2014 e continua a farlo con grande trasparenza e rigore.
    Come si evince da queste anticipazioni, l’inchiesta di Report è solo un attacco pretestuoso che mira a indebolire il ruolo del sindacato in un difficile momento per il mondo del lavoro e per tutto il Paese.
    Ecco perché qualsiasi illazione e insinuazione sulla vita interna dell’organizzazione sarà valutata dalla Cisl in maniera puntuale, per tutelare l’immagine del nostro sindacato, i suoi dirigenti, i delegati e gli iscritti.

    Reply
  4. 0sservatore interessato · Edit

    Difesa patetica della Cisl se non hanno nulla da nascondere perche’ la sua segretaria generale scappa vergognosamente da chi fa delle domande assolutamente legittime se veramente vogliono tutelare l’immagine dovrebbero avere il buon gusto di dimettersi

    Reply
  5. ATTENZIONE ATTENZIONE!!! FERMI TUTTI. É IN ATTO UN ATTACCO POLITICO ALLA CISL E A TUTTO IL SINDACATO. LE TV SONO ANTIDEMOCRATICHE. I GIORNALI PURE. DEVONO DIRE E SCRIVERE SOLO QUELLO CHE DICO IO.
    ducetta

    Reply
  6. Embe? E allora? Che c’è di strano? Anch’io sono stato assunto da un’azienda nel 2004. E con ciò?
    Però poi mi sono iscritto al sindacato, sono stato eletto rsu, poi nel direttivo e infine segretario. Non ho utilizzato la mia posizione per farmi assumere da segretario in un’azienda che mi garantisse il distacco sindacale, mi sono solo rimboccato le maniche non chiedendo mai alle controparti favoritismi personali e come me centinaia di sindacalisti. Poi… ci sono pure le mele marce che dovrebbero essere buttate fuori da chi dovrebbe vigilare ai piani alti, invece vengono premiate perché ai piani alti sono fatti della stessa pasta.

    Reply
  7. Sono impegnato tutti i giorni in azienda come rsu cisl lavorando otto ore al giorno e dedicando agli iscritti pure parte del tempo libero. E poi vedo certi personaggi, non solo Sbarra, che hanno comportamenti indegni per rivestire il ruolo di comando nella cisl riempiendosi la bocca di frasi fatte e melense senza viverle pienamente nel quotidiano, anzi fanno l’esatto opposto. Mi verrebbe voglia di mollare tutto ma quando guardo ai colleghi e colleghe di lavoro, quando guardo ai soprusi della mia azienda, continuo a testa bassa. Finché potrò darò una mano ai lavoratori, non certo a questi nostri dirigenti nazionali che si meriterebbero solo due calci nel fondoschiena. Indegni di rappresentare i veri lavoratori.

    Reply
  8. Un collega CGIL che ha visto l’anteprima sulla CISL mi ha fatto i complimenti per i nostri capi. Io gli ho risposto che i nostri capi sono esattamente come i loro, per la maggior parte indecorosi e insignificanti. E poi non li considero nemmeno capi perché non mi rappresentano , semmai essi pensano di rappresentare i lavoratori con le controparti e le istituzioni, ma sanno tutti che in realtà rappresentano se stessi.

    Reply
  9. MA I CALABRESI QUANDO SI DECIDERANNO A MOLLARE CERTA GENTE?
    MI PARE COME LE DONNE SI LAMENTANO GIUSTAMENTE PERCHE’ SONO SOTTO RAPPRESENTATE MA NON FANNO MAI RICORSO NEI CONFRONTI DELLE SEGRETERIE CHE NON HANNO LA LORO PRESENZA, SE NON RICORDO MALE VOI DEL SITO NE AVETE SEGNALATE PARECCHIE SENZA SEGRETARIO DONNA.

    Reply
  10. Ho visto il pezzo che trasmetterà stasera Report. Io sarò lì a godermi tutto!!! Sono stato fatto fuori perché la casa di vetro doveva, alle spalle della povera ed innocente gente come il sottoscritto, farsi vedere nella sua devastante azione, non hanno preso il più grosso, io non lo ero, ma qualcuno che stava con i grossi. I grossi, quelli veri, non li toccano mai, perché i grossi oltre a fare i loro comodi spesso si fanno anche i comodi degli altri raccogliendo carte su carte che formano dossier pericolosi e devastanti. Spero che non finisca tutto come con l’indimenticaTa Nadia Toffa e come Fausto Scandola.

    Reply
  11. Report fa il suo dovere. Nelle settimane scorse ha fatto servizi su Lega, OMS, PD etc. Mi sembra che non guardi in faccia a nessuno. Poi, scorrendo i commenti al post su facebook ,che annuncia il servizio in TV, ci si accorge che c’è stata una specie di precettazione. Tutti i dirigenti CISL a difendere l’operato dei vertici. Mamma, tengo famiglia, chissà che non arrivino altri commissariamenti o sospensioni, per chi non lo fa !! Ora, è vero che gli attacchi a questi vertici sindacali, purtroppo poi ricadono sulle spalle degli inconsapevoli e generosi delegati o capi lega che prestano un volontariato, quasi puro, nell’interesse dei lavoratori e degli iscritti o peggio mettono in discussione il ruolo fondamentale e assolutamente necessario del sindacato nella società. ,ma domandiamoci: La colpa è di Report (o a suo tempo delle Jene), oppure di chi pregiudica il lavoro di tutti noi ( scusate se mi metto anche io) con atteggiamenti ambigui, che inevitabilmente gettano discredito su tutta l’organizzazione, con regolamenti e codici etici disapplicati (o meglio solo applicati agli avversari “politici”), pur formalmente pubblicizzati. E poi perché minacciare subito querele non appena avvicinati da una giornalista e/o non concedere interviste promesse ? Si potrebbe spiegare meglio tutto e chiarire anche all’opinione pubblica ed agli iscritti. Tutto ciò ingenera sospetto e non favorisce la trasparenza. Infine la breve intervista al segretario FNP (ex) del Veneto: In un post (sicuramente messo da qualcuno della confederazione non ricordo se inserito su questo sito o su facebook) lo accusano di voler strumentalizzare una lettera personale di Bonfanti (redatta però su carta intestata). Invece ho notato anche un moto di commozione molto umano di Bombieri (che me lo rende simpatico, pur senza conoscerlo) che ci fa capire quanto egli abbia sofferto, in termini personali. Ma che il commissariamento fosse solo politico, lo sapevano e lo sanno tutti, anche perché, i commissariamenti ultimi sono sempre definiti come POLITICI. Cioè la maggioranza decide che qualcuno se ne deve andare., non perché ha commesso irregolarità, ma solo perché magari è di una minoranza. Alla fine, mi convince di più il post del nostro ex segretario generale, SAVINO PEZZOTTA: “Criticare il sindacato non e’ reato e a volte puo’ essere utile e necessario. Ma non riesco a pensare che si possa fare a meno del sindacato. La sua sola presenza serve a trattenere gli oltranzisti padronali.

    Reply
  12. Un segretario generale che di fronte alle telecamere fugge mi dà l’idea che abbia molto da nascondere! Può fare pure il padrone in casa sua finché le riesce ma di fronte all’opinione pubblica é disarmata.

    Reply

Commenti