Il prossimo segretario generale di Treviso – Lettera firmata

Riceviamo questa lettera firmata, che volentieri pubblichiamo, relativa ai possibili sviuppi di vicende venete delle quale ci siamo già occupati, e che partono quando nel tesseramento della allora Fiba di Treviso per il 2013 vennero riscontrate delle iscrizioni fittizie, rimaste però senza conseguenze.

Come sempre, ribadiamo la nostra disponibilità a pubblicare ogni versione dei fatti anche diversa da questa da parte di chiunque, così come a dare spazio a precisazioni, rettifiche o smentite. Lo abbiamo sempre fatto e sempre lo faremo, anche se finora nessuno ci ha scritto né su questo, né su altri casi.

Al massimo c’è stato Giulio Romani che aveva annunciato una querela contro di noi. Ma poi non ne abbiamo saputo più nulla.

il9marzo.it

—————————————————————————————

Dopo aver letto dai giornali la notizia che è stata eletta, nel consiglio generale del Veneto alla presenza della Furlan, in segreteria regionale la signora Cinzia Bonan, segretaria generale cisl treviso e già segretario organizzativo della stessa unione provinciale, mi sono riletto alcuni vostri articoli e mi sono sorte alcune considerazioni.

Risulta che la Bonan era segretario organizzativo ai tempi in cui la segreteria Cisl di Treviso denunciava e chiedeva provvedimenti per le gravi manchevolezze del Segretario Fiba ora Fist sig. Paglini di cui ai vostri articoli:

La credibilità deteriorata di un’organizzazione sindacale del 14.06.2017;

Pinocchio non abita da noi del 20.06.2017;

Pesi e misure del 27.09.2017;

La First e le regole del 10.10.2017;

Un lungo curriculum del 19.04.2019;

Nonostante ciò recentemente la stessa Bonan chiamava in segreteria Cisl Treviso detto sig. Paglini.

La Signora Bonan dichiara ai giornali che entro un mese sarà eletto il suo successore.

Visto che Paglini risulterebbe uomo del Giulio Romani secondo, vuoi vedere che chi doveva essere punito, sospeso se non espulso dalla Cisl diventerà Generale di Treviso?

Come altri alti dirigenti può vantare l’assunzione essendo sindacalista, come tanti altri segretari può vantare comportamenti “virtuosi” contro statuti, regolamenti statutari e/o economici, ecc.

Nella Cisl, della dichiarata ma mai praticata trasparenza, del mancato rispetto degli statuti, dei regolamenti economici, del codice etico e delle nomine per appartenenza, il Paglini sembrerebbe il candidato ideale o sbaglio?

Chi vivrà vedrà.

Condividi il Post

60 Commenti - Scrivi un commento

  1. Paglini number 1, Brancher number 2 e Merotto number 3. Già fatto tutto e prima di consultare il gruppo dirigente. Per la Felicità di Onofrio che prima ha piazzato la Bonan in Usr e ora si porta a casa Treviso/Belluno facendo fuori l’unico dirigente che poteva fare il numero 1, ovvero Roffarè. Ma per Rota sono meglio gli utili idioti che i bravi dirigenti. Una cisl questa sempre più in caduta libera.

    Reply
  2. Basta con questa cisl · Edit

    La conferma di una cisl in mano a.gente senza un minimo di moralità
    E di rispertto delle regole
    I dirigenti first che lo conoscono dovrebbero vergognarsi ogni mattina quando si guardano
    L’ascesa di questi soggetti dimostra che la cisl è sempre peggio e bisogna scappare altrimenti si è complici.
    Che brutta realtà

    Reply
  3. Certo che alcune affermazioni nel merito di alcuni Anonimi o non sono aggiornate, o sono del tutto approssimative.
    Ma sta bene così evidentemente, i più bravi e onesti sono sempre quelli che stanno fuori.
    Provate a interpellare i diretti interessati ( Roffare compreso) per sapere come sono andati veramente i fatti…

    Reply
    1. Se tu lo sai come sono andate le cose, qui sei libera di dirlo. Noi non censuriamo niente che sia espresso in maniera conveniente.

      Reply
  4. Basta con questa cisl · Edit

    Caro gatta panceri
    Tu e i tuoi amici della cricca non scriverete mai per confutare i dati.
    Sapete benissimo, poi basta leggere gli articoli e la relativa documentazione, che sareste sbugiardati
    Avete troppi scheletri e quindi e meglio far finta di niente sperando non arrivi qualche Nadia televisiva a farvi domande a cui dovreste rispondere ammettendo.

    Reply
  5. Infatti è troppo bello fare certe dichiarazioni e poi non esporre i fatti.. Treviso e Belluno andrà definitivamente in mano al mediocre e pavido Rota e ci metterà gente debole e racattabile così sarà sicuro di poter governare anche quel territorio come sta facendo in tutto il Veneto. Per la felicità di megera Furlan

    Reply
  6. Anonimo Vicentino · Edit

    Purtroppo hai ragione anonimo dell’ultimo commento. Rota governa il Veneto e tanti Refoschiani come me sono sempre più a disagio. Le Ust di Venezia, Treviso Belluno, Padova e Rovigo e Verona sono in mano a Rota. Fisascat, Filca, Fp e molte altre tranne Fim e Femca, sono con Rota. La Bonan è Pozzobon rispondono a Rota. Con estremo nostro disagio sul fatto di contare sempre meno in Veneto. Sostanzialmente in regione da noi non si muove foglia che Rota non voglia….

    Reply
  7. Anonimo vicentino è proprio così. Molti di noi siamo delusi. Almeno la Porto qualcuno riusciva a piazzarlo. Per dare i pensionati regionali al tuo amico Siviero abbiamo regalato il Veneto a Rota. È proprio il caso di dire che stava meglio quando si stava peggio.

    Reply
  8. Rota? Il leader della mediocrità. Il più grande doppio giochista mai esistito. Il Bruto Veneto che ora ci troveremo purtroppo al confederale. Una nullità salita al potete

    Reply
  9. Ma come Fim e Femca no? Refosco ha agevolato il voltafaccia dei 4 segretari territoriali a fine mandato a Bentivogli proprio per avere spazio nelle Ust. Se ga ciapà nel…
    In Femca idem con scambio dentro la regione per il veneziano. Chicco a Roma. Insomma a Fim e Femca li ricompensano col loro stesso denaro
    agli altri con gli incarichi confederali.
    Aver assecondato le psicosi di crudelia paga nel breve ma alla lunga… si fa la figura dei venduti per nulla peraltro. Le lettere anonime che girano sui vizi privati di alcuni sono cicliche e ricordano il degrado degli ultimi giorni di penna bianca.

    Reply
    1. Certo che si faranno. Nel rispetto delle distanze, con l’uso dei dispositivi e senza fare le assemblee con i lavoratori perché in questa situazione non si possono fare. Congressi senza partecipazione è il nuovo motto della cisl

      Reply
  10. Certo che a voi nn passa mai niente.
    Facile pronosticare cose già scontate, ma è sul come ci si è arrivati che non ci azzeccate.
    Sciallatevi e pensate a far sindacato che non siete per niente migliori di quelli che criticate.
    Ma forse mi sbaglio io che credo a un sindacato che fa il Sindacato e non ai vostri giochi di fazioni basati su teorie amplificate, giuste o sbagliate che siano.
    Chi è che vi andava bene a BellunoTreviso??
    Non mi rispondete Roffarè perchè lui si è tolto dai giochi volontariamente e proprio le categorie che voi dite essere avverse a Rota sono le prime che non lo avrebbero assolutamente voluto.

    Reply
  11. Basta con questa Cisl, gli scheletri nell’armadio forse li ha qualcun altro.
    Io sono limpida all’opposto della tua idea di Cisl che mi sembra alquanto offuscata e poco chiara.
    E chi ti dice poi che io non abbia già risposto a gente come Nadia…

    Reply
  12. Che il Veneto sia governato da quello che fu definito “ruotino di scorta” è la dimostrazione del decadimento di questa CISL targata 40 Ladroni. Mi è capitato una volta di ascoltare la sua melensa retorica e ne ricavai la sensazione che la Fai che avevo conosciuto fino al 2014 era finita alle quarte file. D’altronde in tempi di siccità non crescono cedri del Libano.

    Reply
  13. Onofrio e' coerente · Edit

    Rota e’ una persona coerente :
    ex delfino di Faverin, poi di Bonanni, poi di Porto, poi di Furlan e poi di Sbarra e ora preoccupato per la graticola in cui il fuoco amico ha messo il calabrese, già strizza l’occhio a Graziani e agli amici dell’Unipol.

    Reply
    1. Per completezza: ti sei dimenticato che nella Fai è stato sostenitore di Gorini, poi grande elettore di Cianfoni, con il quale ha condiviso la battaglia per l’assorbimento nella Filca, poi sostenitore del commissariamento della Federazione per fare l’unificazione bocciata dal congresso, poi sostenitore del commissario che ha fatto espellere Gorini per vecchi rancori – congresso Fai Calabria 2001 – e che non ha fatto più l’unificazione con la Filca perché a lui non serviva più.
      Infine, da segretario generale di ritorno, ha ripreso la politica mussoliniana di mandare veneti a Latina.

      Reply
      1. al commento ex Fai 11.10.20 8,39
        Nella Fai me lo sono trovato sponsorizzato dai ciellini veneti. Non mi ha sostenuto, caso mai l’ho sostenuto, offrendogli anche, personalmente, una occasione di approfondimento di cui ora si gloria. Ma vedo che è servita a poco. Credo che la sua adesione ad approfondire i sani principi fosse solo un gradino della arrampicata. Uno scalatore che distrugge i punti di appoggio forniti da chi lo precede perché non possano essere utilizzati da chi lo segue. Lo ha sperimentato con la prima uscita dalla provincia e funzionò. E’ così che ha continuato, ormai da specialista.
        Chiedo scusa, forse ho usato un esempio improprio: ho sempre ammirato gli scalatori che per raggiungere la meta sudano duramente. …Lui no!
        Albino Gorini

        Reply
  14. Al Signor Corsi e Ricorsi: a me risulta che i 4 segretari dei metalmeccanici a fine mandato erano 2. E tutti passati armi e bagagli da Bentivogli a Rota. Il Gian non ha toccato palla. Il Ruotino di scorta è stato magnanime che gli ha lasciato la Fim al Gian. In quanto alla Femca, prima o poi il Gian la perderà. L’uomo venuto dal Cadore è abituato alla bella vita e a sporcarsi poco le mani. Vedrete che prima o poi anche quella casa crollerà. Il Gian non ha uomini di valore e non li sta cercando. È disinteressato a difendere le sue postazioni e troppo impegnato a studiare studiare e studiare. Tra poco il Veneto tutto con lui diventerà una succursale di arpia Furlan e Ruotino di Scorta. Al Calabro non lo calcolo perché i due appena citati in accordo con qualche giornalista di fama lo stanno infangando e deligittimando per non passargli lo scettro.

    Reply
  15. Il Rota? Lo trovi sempre con chi comanda. Se niente niente annusasse il ritorno in pompa magna di Bentivogli in Cisl, farebbe il salto anche nel suo carro…. Cavallette così ne esistono poche. Questi sono i veri inaffidabili di cui si sono attorniati la megera e lo stradino. Prima o poi queste cavallette come sono arrivate se ne andranno e nel frattempo avranno divorato tutto….

    Reply
  16. Escaplon pur di fermare · Edit

    dopo qualche fratello in rai, ora qualche dubito-si e’ arrivato e nel tentativo di escapolon dalla trasmissione non san più che fare. Intanto fanno in modo che Sbarra sia bruciato. Tutto perché la maga di riferimento spingeva crudelia a consumare tutte le vendette frutto della sua psicosi.
    Se ci sono cose false quereleranno. Ma non lo faranno
    mai perché si apre il processo e i guai sono per loro. Se sono così apposto perche tanta paura di report?
    Sai le disdette quando lavoratori e pensionati sapranno come son spesi i loro soldi???

    Reply
  17. osservatore interessato · Edit

    Cottura lenta tutti aspettano la trasmissione di Report e viste il numero delle persone intervistate ne vedremo delle belle soprattutto i numeri 1 e 2 della cisl fuggire miseramente ai tentativi di intervista dopo aver promesso di concederla a settembre. I dirigenti scomparsi da Pastore in poi si stanno rivoltando nella tomba.

    Reply
    1. Aspettiamo la trasmissione di Report, ma c’è il pericolo che, data la nuova crisi COVID, magari si rimandi tutto…..sempre fortunati

      Reply
  18. Ne vedremo delle belle soprattutto dopo la trasmissione di Report , vedrai come qualcuno che l’ha messa in piedi e altri che l’hanno sponsorizzata poi ridono meno

    Reply
        1. Con il dovuto rispetto, ma come si dice in Toscana, non confondiamo il culo con le Quaranta ore (in Sicilia lo stesso concetto è espresso con “la minchia e il Padre nostro”).

          Reply
    1. Tanto per stare al gioco delle citazioni: ai versi di Virglio che parla della punizione dei “superbi” si possono accostare questi versi di Dante, che vedeva in Virgilio il suo maestro e che sono dedicati alla città nota come “la superba”.

      “Ahi Genovesi, uomini diversi
      d’ogni costume e pien d’ogni magagna,
      perchè non siete voi del mondo spersi?”

      Reply
  19. Eneide libro VI,vv. 857 – 853
    Traduciamola bene e non con omissioni:
    “Tu,o Romano,ricordati di governare i popoli con autorevolezza ed avrai queste arti: imporre un ordine alla pace,risparmia chi si sottomette ed elimina i superbi”.
    Mi pare più completa ed esatta.

    Reply
  20. Scusate, qualcuno saprebbe dirmi perché la Cisl da immemore tempo non stampa piu’ le tessere per gli iscritti? Forse perché lavoratori e pensionati gliele tirerebbero indietro? Che il motto dei nostri strapagati pensatori sia : non svegliare can che dorme?

    Reply
  21. ai Pensionati tessere non arrivano · Edit

    Ai pensionati non arrivano mai. anche perché qualcuno si accorgerebbe di essere iscritto a sua insaputa

    Reply
  22. Sarò ingenuo ma se Rota ne sta combinando di tutti i colori e cose gravi, come si legge, possibile che nessuno abbia la forza di farlo presente negli organismi? Le cose sono due: o si sono dette cose non vere su di lui oppure non si ha la voglia di fare la battaglia mettendo in conto anche di perderla. A me è successo di perdere perché non avevo i numeri ma ne sono uscito pulito e a testa alta, andando via per l’impossibilità di cambiamento.
    A volte la testimonianza vale più di una guerra vinta

    Reply
  23. C’è una Gatta Panceri fasulla…
    Giochetti strani nel 9 marzo.
    Forse i veri scomodi sono coloro che provano a difendere questa Cisl.
    Admin occhio alle copie che non siano anonime, la vera Gatta Panceri è quella che ci crede ancora, non quella dei nomignoli.
    Suvvia un po’ di rispetto!!!

    Reply
    1. Ci dispiace, abbiamo rimosso il commento fasullo e chiediamo scusa per essere stati indotti in errore da chi ha abusato della nostra disponibilità.
      Però non ti permettiamo di parlare di “giochetti strani del 9 marzo”. Perché noi giochetti strani non ne facciamo. E su questo non diamo diritto di replica a nessuno, perché chi ci considera un blog poco serio può andare a commentare da un’altra parte più seria di noi.

      Reply
  24. Chiedo scusa ma non so perché invece dell’anonimo mi esce fuori il nominativo “Gatta Panceri”. E ancora adesso mi è uscito fuori di nuovo questo appellativo che poco mi piace. Comunque il commento di prima resta valido e che Bentivogli mai avesse fatto la guerra a crudelia e lo stradino è risaputo. Come è chiaro a tutti che era lui il nemico individuato per tenere coeso il gruppo di maggioranza. Questo per dire che con una maggioranza di servi che vanno tutti nella stessa direzione è difficile trovare il cuor di leone che solleva dubbi sull’operato di Rota o di Segretari su cui ci sarebbe molto da dire. Scusate ancora e spero di essere riuscito a rimuovere un nome che non mi appartiene.

    Reply
  25. Anonimo, magari siamo più vicini di quello che pensi…
    Non sarà un nome che ti piace, ma magari la persona che sta dietro quel nome ti piace di più di quello che pensi.
    Admin nn essere troppo permaloso; c’è chi fa illazioni ben peggiori delle mie senza peraltro aver certezze.

    Reply
    1. Nessuna permalosità, ma la regola qui è che gli ospiti non hanno diritto a mettere in discussione la correttezza di chi offre loro il proprio spazio e il proprio pubblico di lettori per intervenire.
      Noi abbiamo sbagliato a pubblicare con il tuo pseudonimo un commento che non era tuo, ma era difficile accorgersi dell’inganno; tu hai sbagliato ad accusarci di essere gli autori, o coautori dell’inganno scrivendo: “Giochetti strani nel 9 marzo”. Che non era un’illazione, ma un’accusa precisa. Che non ti è consentita.

      Reply
  26. Le tante citazioni di Rota dovrebbero preoccupare i cavalieri di “Isabella di Castiglia”, quella dei roghi e della Inquisizione. Come le più crudeli femmine della storia, la genovese ha bisogno di adottare nel suo seno un figlioccio che abbia più di tutti le sue sembianze. Vedrete, il futuro ci darà la vestale tarantina appena giunta e il trevigiano che studia da grande scopiazzando in via Tevere quel nobile passato senza crederci punto perchè la sua unica fede è solo il prossimo traguardo.

    Ma la dea Nemesi a volte riserva ai malvagi la più perfida delle vendette: il neonato divorerà la puerpera.

    Reply
  27. Admin. nn era un’ accusa e nemmeno era rivolta al sito ma a chi aveva utilizzato il soprannome impropriamente con malizia o per gioco ( giochetti).
    La cosa è stata poi chiarita e io credo alle parole dell’ Anonimo anche se ho capito che nn ha importanza quello a cui credo io…
    Sono convinta che gli argomenti miei e vostri valgono più degli equivoci e dei malintesi, anche se non la pensiamo alla stessa maniera.

    Reply
  28. Alla fine della discussione in quel di Treviso, quale Segretario Generale della Ust, ci sarà una persona, a quanto si dice, molto chiacchierata perché, ovvio con i dovuti correttivi, “questo si vuole e questo già si cerca, e tosto verrà fatto a chi ciò pensa là dove Cristo tutto dì si merca” (Dante).
    Non si può sperare di invertire questa marcia perché “è difficile trovare il cuor di leone che solleva dubbi sull’operato di Rota o di Segretari su cui ci sarebbe molto da dire”.
    Tra i commenti, poi, colpisce l’affermazione per cui “il trevigiano che studia da grande scopiazzando in via Tevere quel nobile passato senza crederci punto perchè la sua unica fede è solo il prossimo traguardo”. Domanda: chi sono i suoi maestri, palesi od occulti?
    Tutti gli altri commenti, dolendosi, perché impotenti, di fronte a quel che accade, hanno un obbiettivo “coscienza fusca o de la propria o de l’altrui vergogna pur sentirà la tua parola brusca. Ma nondimen, rimossa ogne menzogna, tutta tua vision fa manifesta; e lascia pur grattar dov’è la rogna. Ché se la voce tua sarà molesta nel primo gusto, vital nodrimento lascerà poi, quando sarà digesta” (Dante).
    Insomma prima o poi si spera di invertire questa tendenza: dal tempo di Padre Dante nulla è cambiato.
    E nel frattempo? Ai posteri l’ardua sentenza

    Reply
    1. È cominciato l’anno di Dante. Complimenti alle pertinenti citazioni del Poeta. Fa sempre piacere in questa palude ascoltare il canto di un usignolo. Teniamoci gelosi questo godimento tanto ai sicofanti e ai tiranni del nulla interessa niente altro che affogarsi nel brago.
      Quanto è esaltante per la carta pesta gonfiarsi di pioggia…

      “ben fiorisce negli uomini il volere
      ma la pioggia continua converte
      in bozzacchioni le sosine vere”
      (XXVII PAR).

      Reply
  29. In vista dell’uscita del servizio di Report che (immagino) sarà dedicato alla trasparenza nei sindacati (noi parliamo della CISL, ma presumo dalle mie conoscenze che analoghi problemi ci siano nella altre sigle confederali e nei tanti sindacati “autonomi”), la FNP nazionale corre ai ripari ed invita le strutture inadempienti a pubblicare sui siti bilanci e retribuzioni. Sono passati 5 anni dall’approvazione del mitico codice etico !!!

    Reply
  30. Cari amici
    Del paglini e romani abbiamo ampia documentazione pubblicata e ancora non che ci dimostra il loro modo di agire in modo irregolare e grave.
    Il problema di sceglierli è della cisl che poi potrebbe pentirsene.
    È vicino il giorno in cui si sapranno delle “abitudini” che possono essere rischiose per chi ha ruoli “pubblici” come dirigente sindacale.
    Poco tempo ancora e sapremo.
    Chi vivrà vedrà
    Fatti fatti fatti

    Reply
  31. Ma non ho ancora capito, secondo i delatori di Paglini e Rota, quale sia il segretario migliore “incriticabile” per il territorio di Belluno-Treviso..
    Gatta Panceri è molto concreta e con forte spirito territoriale…

    Reply
  32. “I delatori di Paglini e Rota”. Vocabolario Treccani delatore = chi per lucro, per vendetta personale, per servilismo verso chi comanda o per altri motivi, denuncia segretamente qualcuno presso un’autorità giudiziaria o politica, soprattutto qualora eserciti abitualmente tale attività.
    Non sapevo che il sostantivo avesse altro significato oltre quello riportato. Occorrerà interessare l’Accademia della Crusca.

    Reply
  33. Basta con questa cisl · Edit

    Cara gatta
    Basta uno che non abbia quei precedenti e quel modo di agire.
    O no?
    Per quel che ne so a tv e bl non ci sono geni ma qualcuno di “pulito” normale ci sarà o no?
    Oppure dobbiamo scegliere gi scaltri, i furbi, i politicanti, gli arruffoni i menzogneri documentati?
    Visti gli esempi nazionali sarebbe già tantissimo.

    Reply
  34. LuigiSbarra: no ad interruzione blocco #licenziamenti, si rischia dramma sociale ed avvitamento economico.
    Secondo voi che intendeva per avvitamento? Un tuffo carpiato a vite?

    Reply
  35. Anonimo delle 13.24 è vero, dimenticai le virgolette alla parola delatori, anche se il denuncia segretamente devo dire che ci sta tutto..
    Basta con questa Cisl non credo abbiamo la stessa opinione su onesti e puliti, per cui magari qualche nome, non a caso potresti spenderlo.
    Il tuo, in assenza di geni a Belluno e Treviso, potrebbe apparire ai più come un atto “geniale”.

    Reply
  36. “(…) Insegnavo retorica: vinto dalla mia passione, vendevo chiacchiere atte a vincere cause. Tuttavia preferivo (….) avere allievi buoni nel vero senso della parola, e a loro senza inganno insegnavo inganni utili non a perdere un innocente ma a salvare talvolta un reo (Agostino, Le Confessioni).
    E’ ammirevole, dunque, la difesa de “lo principe d’i nuovi farisei” (Inferno, XXVII) che – sempre parafrasando Dante – ha ingannato e straziato la “bella donna” (Inferno, XIX).
    La tecnica “lunga promessa con l’attender corto ti farà triunfar ne l’alto seggio” (Inferno, XXVII).
    La modalità? “La frode… può l’uomo usare in colui che ‘n lui fida e in quel che fidanza non imborsa” (Inferno, XI).
    E’ il ritratto di “Giuda Scariotto” (Inferno, canto XXXIV).
    Ma “Quo usque tandem abutere (….) patientia nostra?” (Cicerone = “Fino a quando abuserai della nostra pazienza?”).

    Reply
  37. Giusto, ogni tanto il t9 mi frega insieme al fatto che dal cellulare nn vedo bene..
    Perdonate la vecchia Gatta Panceri, meno male che ci siete voi :-)

    Reply

Rispondi a Escaplon pur di fermare Annulla risposta