… e dei suoi iscritti

“Egregio Ranucci gli stipendi di tutti i segretari confederali Cisl ed il quadro C della dichiarazione dei redditi sono pubblicati ogni anno sul sito della Cisl. La prego di rettificare il suo tweet o adiremo le vie legali per tutelare l’immagine della Cisl e dei suoi iscritti”.

Per chi non lo sapesse, la Cisl ha un portavoce: un’organizzazione che non ha più voce ha bisogno di qualcuno che porti questo niente a conoscenza dell’opinione pubblica.

Questo portavoce ha emesso il tweet che sopra riportiamo per rispondere a quanto detto da Sigfrido Ranucci, il giornalista che conduce Report e che ha fatto nomi e cognomi e indicato un problema:

«Capolavoro nella Cisl, dimissioni di Bentivogli, il sindacalista competente 4.0. A tutelare gli operai di Ilva e Whirlpool, nella crisi covid, rimangono i segretari Furlan e Sbarra, quelli che tutelano la riservatezza dei loro stipendi».

Il portavoce della Cisl ha tutto il diritto di dire che sul sito della confederazione si trova il quadro C delle dichiarazioni dei redditi; e non ha alcun dovere di ricordare, come invece ricordiamo noi, che questa misura di trasparenza è stata adottata solo dopo che erano stati cambiati i regolamenti da applicare, in modo che i redditi di diversi dirigenti, prima irregolari come rivelò Fausto Scandola, fossero per così dire bonificati.

Ma a noi sembra che Ranucci dica comunque una cosa vera. E cioè che a Bentivogli nessuno ha mai potuto rimproverare niente sul piano della retribuzione e del rispetto delle regole, mentre la segretaria generale in carica e l’attuale segretario generale aggiunto hanno percepito retribuzioni più alte delle indicazioni del regolamento, e non ne hanno mai risposto a nessuno (neanche quando Nadia Toffa inseguiva la signora Anna Maria per le strade di Roma chiedendole perché aveva voluto l’espulsione di Fausto Scandola).

E poi, anche davanti ad un giudice se davvero la minaccia di querela del portavoce fosse una cosa seria e non come quella di Giulio secondo contro questo blog, Ranucci potrebbe comunque sostenere, a buon diritto, che anche oggi la signora Anna Maria ed il dottor Sbarra dell’Anas sono in debito di qualche chiarimento.

Ad esempio, i contributi che la Cisl versò in eccesso all’Inps per la signora Anna Maria, che rischiava così di trovarsi la pensione gonfiata a sua insaputa, sono stati restituiti alla Cisl o sono finiti in tasca alla signora? Lo abbiamo chiesto più volte, ma finora nessuno ha ritenuto di chiarire la questione.

E la data di assunzione del dottor Sbarra presso l’Anas, che venne sbianchettata quando fu pubblicata la busta paga, perché viene tenuta ancora nascosta come un quarto segreto di Fatima e non fosse un segreto di Pulcinella? Perché il segretario generale aggiunto della Cisl non ammette di essere stato assunto presso l’Anas mentre faceva il segretario generale della Cisl calabrese (per cui o faceva un doppio lavoro, o faceva solo il sindacalista e allora l’assunzione all’Anas è un falso)?

Di queste cose si parla anche nel libro Prender parola. Il metodo Scandola pubblicato nel 2017, oggetto di recensioni e presentazioni pubbliche in varie città d’Italia senza che mai il portavoce della Cisl abbia avuto da chiedere rettifiche né minacciar querele “per tutelare l’immagine della Cisl e dei suoi iscritti.

Anche perché gli iscritti alla Cisl, quelli veri e non i meri dati numerici, di fronte ad un processo pubblico avrebbero modo di riascoltare queste storie e farsi un giudizio.

Insomma, Ranucci potrà anche rettificare o meno, ma noi confermiamo tutto quel che scriviamo e che domandiamo da anni. Senza mai ricevere querele da Via Po 21, né qualcosa di inconsistente e gratuito come un tweet del portavoce di un’organizzazione senza più voce e senza più nulla da dire. Mentre Bentivogli qualcosa da dire, magari non tutto e non sempre giusto, ce l’avrebbe avuto.

Ed è anche per questo che è stato allontanato.

Condividi il Post

7 Commenti - Scrivi un commento

  1. Concordo e aggiugo che la trasparenza ed il rispetto delle regole è preteso, da chi detiene oggi il potere, nei confronti dei sotto posti (federazioni di categoria nei tre livelli, Ust e Usr) considerati non amici (agli amici è concesso tutto) a suon di ispezioni e minacce di commissariamento, mentre nessuno la può esigere nei loro confronti.
    Lo scorso anno è scomparsa una categoria l’Unione Generale Coltivatori CISL, un fatto non trascurabile soprattutto in un sindacato di sindacati come è nata la Cisl e come dovrebbe essere secondo le norme statutarie ma che oggi non è più, ma è stato tutto silenziato dando spazio ad un pericoloso precedente.

    Reply
  2. ma perchè sostenere che Bentivogli è stato allontanato? Da quale fonte dichiarate questa notizia? Io credo che se desiderate essere critici con una Organizzazione Sindacale (e la libera espressione è sintomo di democrazia), dovete farlo in modo misurato. E per costruire, non distruggere.
    A proposito: ovviamente nessuno dice che la Volpato è risultata soccombente (perdendo il giudizio introdotto presso il Tribunale di Roma) nella causa di impugnazione del commissariamento della FP.

    Reply
    1. Cominciamo dalla seconda questione: non è vero che nessuno lo dice prché lo stai dicendo tu, e noi ti ringraziamo per aver scelto il9marzo.it per far conoscere questa notizia. E noi le notizie non le censuriamo mai.
      Quanto alla prima questione, Bentivogli è stato allontanato con un’opera di pressione partita ufficialmente con la lettera del luglio 2019 firmata da 42 membri dell’esecutivo, e poi con la creazione nella Fim di un’opposizione interna. O almeno noi l’abbiamo capita così, se tu la vedi diversamente noi siamo contenti di ospitare la tua opinione; anche se cu sembra un po’ ingenuotta.
      Non accettiamo invece l’invito ad esprimerci “in modo misurato”; in primo luogo, perché non dici in cosa saremmo stati smisurati, e in secondo luogo perché in democrazia chiunque è libero di scegliere la misura e lo stile dei propri interventi, esclusi solo gli insulti. E dire che si può parlare solo per costuire e non per distruggere, permettici la franchezza, è una forma surrrettizia di censura del dissenso.

      Reply
  3. osservatore interessato · Edit

    anonimo del 23 giugno e’ patetico addirittura canta vittoria per l’esito del ricorso della Volpato ma tace sul processo di Napoli dove ancora una volta La signora e l’ex segretario amministrativo non si sono presentati pur essendo parte lesa una confederazione che sa solo minacciare denunce sono ormai alla canna del gas meritano una campagna di disdetta delle deleghe sindacali.l

    Reply
  4. scusate: che è stato allontanato lo scrivete voi……. ed io l’ho pedissequamente ripreso dal vostro articolo che qui di seguito copio ed incollo:

    Insomma, Ranucci potrà anche rettificare o meno, ma noi confermiamo tutto quel che scriviamo e che domandiamo da anni. Senza mai ricevere querele da Via Po 21, né qualcosa di inconsistente e gratuito come un tweet del portavoce di un’organizzazione senza più voce e senza più nulla da dire. Mentre Bentivogli qualcosa da dire, magari non tutto e non sempre giusto, ce l’avrebbe avuto.

    Ed è anche per questo che è stato allontanato.

    Reply

Commenti