E Giulio secondo cosa starà facendo?

Come i nostri lettori sanno, Giulio Romani, già capo del secondo sindacato del settore bancario ed oggi ultimo dei nanetti di Biancaneve nella casina nel bosco di Via Po 21, è il nostro annunciatore di querele preferito.

Nell’estate del 2018, rompendo la consegna del silenzio secondo cui nella Cisl è proibito parlare di quel che scrive questo blog – anche se poi ci leggono un po’ tutti – Giulio secondo aveva indicato esplicitamente ‘il 9 marzo’ fra quanti avrebbero ricevuto a breve notizie dai suoi avvocati per aver osato parlare di un “normale mutuo” del quale risulta essere beneficiario.

Di quella querela ancora non abbiamo avuto notizie. Però di quel mutuo “normale” e di quell’appartamento abbiamo saputo molte altre cose (l’ultima delle quali è che il comune di Verona, il 22 luglio scorso, ha negato per il momento l’archiviazione del procedimento sugli abusi edilizi nella ristrutturazione…). Così come abbiamo saputo che l’operazione Aletheia – fiore all’occhiello della sua strategia – continua ad essere un buco dell’acqua, almeno a quel che ci spiega chi ha letto per noi il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018.

E così come, leggendo i giornali, veniamo a sapere che l’odiata Fabi continua ad essere un interlocutore ineludibile per le controparti contrattuali, segnando il fallimento della strategia del sorpasso tentato da Giulio secondo acquisendo in blocco il sindacato dei dirigenti – e garantendo a Maurizio Arena di mantenere un superingaggio – allo scopo di imporre l’egemonia confederale, e della First fra i confederali, al posto di quella degli autonomi.

Ma la cosa più interessante che sappiamo è che Giulio secondo non è mai andato via dalla First. Applicando una tecnica molto diffusa nella Cisl di oggi, si è tenuto la presidenza della fondazione della First che gestisce le risorse dell’organizzazione (un po’ come farà Gigi “pensionedoro” Bonfanti con la Fnp, se e quando lascerà mai il posto; ma questa è un’altra storia …). Solo che, a differenza di altri, lui tiene i piedi nella First mentre contemporaneamente fa il segretario confederale. Con buona pace dell’etica e dei suoi inutili codici.

Insomma, Giulio secondo sarà anche diventato Giulio ottavo a Via Po 21 ma non per questo intende rinunciare a trattare la First come un feudo, dove tutti gli devo fedeltà personale. Il che vuol dire che il segretario generale attualmente in carica, que Riccardo Colombani che lui aveva designato tirandolo fuori dal cilindro un po’ a sorpresa, ha di fronte a sé due strade: o accetta di essere telecomandato e quindi, ad esempio, di fare la guerra l’odiata Fabi invece di pensare a concludere assieme un contratto nell’interesse dei lavoratori del settore, oppure comincerà a ricevere delle contestazioni interne da chi farà la fronda per conto del predecessore.

Anzi, secondo noi è probabile che questa fronda sia già cominciata. Perché le possibilità di sbagliarsi a pensar male di Giulio secondo sono molto poche.

Condividi il Post

6 Commenti - Scrivi un commento

  1. È scandaloso
    C0n le fondazioni si controlla le finanze della categoria e sappiamo con i soldi …….
    Romani è contro lo statuto/regolamento/codide etico da anni eppure nessuno denuncia
    Perché il nuovo segretario per difendersi non fa appello alle denunce segnalazioni documentazione offerta da questo sito?
    Colombani la miglior difesa è l’attacco.

    Reply
  2. Ill colombani è sotto attacco
    Vorrebbe autonomia ma il romani e amici in affari lo rengono stretto
    Pensava di manovrarlo e invece questo vuole fare il segretario vero ma in first e cisl non si può.
    Se fossi il colombani io mi difenderei alla grande con gli argomenti più che documentati del sito il 9marzo
    Coraggio colombani e c

    Reply
  3. Giulietto sta raccogliendo le firme x far fuori Colombani. Furlan che ne pensa? Il clima in Cisl è appestato. Che aspettano coloro che possono a compiere il ribaltone? Si può fare o la nostra amata organizzazione finirà definitivamente in pasto al gatto, come diciamo noi genovesi

    Reply
  4. Solito gioco
    Ma visto lo scandalo mutuo il flop aletheia, il 50 mo pagato dalla fiba di cui tanti hanno le foto e la prossima denuncia in procura da parte del comune di verona per false dichiarazioni cosa aspettano a dare battaglia

    Reply

Commenti