Giudizio immediato

La Procura di Latina ha chiesto il giudizio immediato per le persone coinvolte nell’inchiesta sul caporalato e, fra queste, per Marco Vaccaro, segretario della Fai di Latina al momento dell’arresto, il 17 gennaio scorso.

Questo vuol dire che si apre il processo e che le carte stanno per essere messe in tavola sia dalla procura, che ritiene “evidente” la prova della colpevolezza degli imputati (evidenza che è necessaria per chiedere il giudizio immediato), sia dalla difesa di Marco, che nei mesi scorsi aveva detto di prepararsi a dare battaglia sostenendo che il segretario della Fai di Latina sarebbe rimasto incastrato in una “guerra fra sindacati”, senza spiegare meglio ma anticipando la minaccia di denunce per calunnia.

E ora si dovrebbe capire chi sono le altre persone che sono state indagate, e chi c’era fra queste della Fai e/o della Cisl (ufficialmente si  saputo solo che c’era “un sindacalista della provincia di Roma”, il cui nome non è mai stato fatto). Così come si dovrà chiedere a quel signore della cooperativa Agri Amici che al telefono diceva di avere coperture sindacali “ai massimi livelli” a chi si riferisse di preciso.

Perché il “massimo livello” della Fai e della Cisl non era certo Marco.

 

Condividi il Post

2 Commenti - Scrivi un commento

  1. Si torna a parlare di Marco Vaccaro che sognò di essere stato assunto alla corte dello sceriffo di Nottingham. Poi da cortigiani e fantesche del tutto dimenticato perchè emanava l’odore acre del pollaio che nelle sale odorose di incenso disdice molto. Ora il processo. La sua speranza sia che i Giudici non chiamino come testimoni informati dei fatti nessuno di quelli che si fotografarono con lui il giorno del suo battesimo a Latina. Auguri, Vaccaro. Spero che tu possa dimostrare la tua innocenza penale e morale. Riguardo a quella politica non illuderti : tra i Giacobini della sedicente casa di vetro non ci sarà più posto per chi come te ha messo a rischio la veste candida della Maja desnuda e l’orgia del Satiro danzante.

    Reply
    1. Quella del Satiro danzante mi mancava ma la Maja desnuda è semplicemente geniale.
      W l’ironia che a quei masnadieri di via Po dà proprio tanto fastidio e agli omuncoli Ranieri, Bonfanti e Sorgi provoca orticaria.

      Reply

Commenti