Tutti contro la Fim

Oggi, 11 luglio 2019, è ufficialmente partito l’assalto contro l’ultima federazione che, bene o male, non era del tutto allineata a Via Po 21.

Tutti i membri dell’esecutivo della Cisl, all’unanimità come per il commissariamento della Fai, hanno firmato una lettera di stamp stalinista che prepara il processo politico contro Marco Bentivogli (che da oggi, per solidarietà, non chiameremo più Marcolino) e quindi la sostituzione con qualcuno fedele a chi comanda. Le accuse assomigliano a quelle che si rivolgevano nel Pcus contro i dissidenti: protagonismo, frazionismo, soggettivismo piccolo-borghese, deviazionismo ideologico, o giù di lì.

Contiamo di pubblicare al più presto il testo di questo documento e aspettiamo di vedere se questa volta ci sarà qualcuno in giro per l’Italia che si farà sentire. Non pro o contro Bentivogli, ma a difesa della autonomia della Fim contro il centralismo democratico di stampo stalinista che sta finendo di soffocare la Cisl.

Condividi il Post

14 Commenti - Scrivi un commento

  1. Giovanni Graziani · Edit

    «Quando i nazisti presero i comunisti,/ io non dissi nulla/ perché non ero comunista./ Quando rinchiusero i socialdemocratici/ io non dissi nulla/ perché non ero socialdemocratico./ Quando presero i sindacalisti,/ io non dissi nulla/ perché non ero sindacalista./ Poi presero gli ebrei,/ e io non dissi nulla/ perché non ero ebreo./ Poi vennero a prendere me./ E non era rimasto più nessuno che potesse dire qualcosa». (Martin Niemöller)
    Si potrebbe anche dire
    «Quando commissariarono la Fai … Quando hanno espulso Scandola …»

    Reply
  2. Un tempo il giudizio era riservato alla base quando c’erano vere discussioni nelle assemblee sui luoghi di lavoro. Oggi non è più così. C’è una dittatura che centralizzata il potere e decide con autorità chi deve far parte o meno del gruppo dirigente che conta. Il merito di una volta era incentrato sui valori e sullo spessore dei contenuti dei ragionamenti, adesso il merito è tutto relativo all’assecondare il cerchio magico.
    Più che uno storico sindacato la Cisl assomiglia sempre più a una nuova massoneria di farabutti consapevoli e schierati inconsapevoli.

    Reply
  3. Proprio così Giovanni. Ormai sono accecati di potere e dall’interno del Consiglio generale nessuno alzerà la voce per pura convenienza personale . Bisogna sperare che tutta la Fim faccia quadrato su Bentivogli ma soprattutto per dare speranza a questa organizzazione. Sempre che i padroni della Cisl non abbiano corrotto già qualcuno all’interno della categoria dei metalmeccanici.

    Reply
  4. Finalmente iniziano le danze. Marco non mollerà e la fim farà resistenza e quadrato attorno al leader che tutti vorrebbero!!! Sarà dura per la signora, un po’ bruttarella e tanto cattivella, e il suo “fedele” amico dal broncio cagnesco e gli occhi cattivi e traditori!! Forza CISL, quella buona e pulita e non “commissariata” dalla arroganza che imperversa da troppo tempo in confederazione! Forza Marco rompigli le ossa per ridare la speranza ai tanti cislini che come me oggi sono fuori!!!

    Reply
  5. caro Bentivogli attacca
    hai gli articoli del 9 marzo, hai le lettere che dimostrano le falsità dei segretari confederali amici di nostra signora, hai tutte le mancanze nel rispetto del codice etico, fatti valere e io ti seguirò.
    Tu sai tante cose dille!
    denuncia le inefficienze, l’affarismo imperante, i conflitti di interesse(vedi aletheia), i debiti (aletheia, ial, caf ecc.)
    denuncia gli stipendi impropri, denuncia il segretario aggiunto della First che si prende più soldi di quelli previsti dal regolamento, denuncia la tua amica della Femca che ha aderito ad Alethia broker, denuncia i rimborsi spese gonfiati, le auto di lusso extra regolamento e codice etico, denuncia le assunzioni famigliari ecc.
    Abbi coraggio

    Reply
  6. È angosciante leggere che c’è chi considera Marcolino il salvatore della Patria credendo (spero solo strumentalmente) che sia puro come si dipinge. Lo fate certamente perché serve dare addosso alla Cisl ma non augurei neanche al mio peggior nemico di tenere Marcolino alla guida di alcunché. il leader che tutti vorrebbero?? dare una speranza? ? proprio non sapete quello che dite. oramai, purtroppo, questa organizzazione è davvero arrivata al disfacimento totale. una disfatta per chi ha dato la sua vita a questo sindacato. un affronto per quei (pochi) che ancora credono in qualche valore e in qualche ideale, che non rubano, che si fanno in quattro per difendere chi rappresentano e che neanche in fim possono più parlare pena essere isolati, minacciati, mobbizzati, cacciati, insultati, tacciato di essere traditori che complotto con il nemico di sempre, la Cisl. come che la fim fosse un sindacato autonomo. caro Marcolino, prenditi su i tuoi fedeli Ascari e fatti un sindacato tutto tuo, libero da questa prigione. rendi liberi e dai, così davvero, una speranza agli ultimi cislini e fimmini superstiti. io ho già dato e per mia fortuna sono in pensione. voi cercate di salvare il salvabile ma non puntate su di lui.

    Reply
  7. Signore anonimo di 11 luglio ore 21.45 tu non sei un pensionato. Tu stai sotto l’albero e aspetti che caschi il pero. Mantenere l’anonimato anche quando tutti quelli che stanno facendo strame della decenza è il segno più chiaro che questa Cisl vetri puliti avrebbe bisogno di una radicale disinfestazione.
    In bocca alla iena!

    Reply
    1. che presunzione anonimo del 12 luglio 9:27. non sono sotto nessun albero e non attendo, oramai, più niente di questo genere. È da sottolineare che l’unica reazione è pensare che uno parli solo per interessi personali. invece a me non può più venire nulla e parlo perché sono schifato dai comportamenti che vedo. soprattutto di chi viene osannato come il puro solo perché si contrappone (?) alla odiata cisl. ma perché non vi prendete tutti un’altra tessera?. sono orgogliosamente pensionato, almeno in questo un privilegiato e iscritto cisl da ben più di 40 anni.

      Reply

Rispondi a Giovanni Graziani Annulla risposta