Marco ai domiciliari

Dopo tre mesi in carcere, per Marco Vaccaro sono stati disposti gli arresti domiciliari. La sua posizione processuale non cambia molto, ma certamente la misura cautelare ora è meno pesante. Un altro degli arrestati nell’inchiesta di Latina, Luca Di Pietro, è ora libero ed ha solo l’obbligo di firma, mentre non cambia nulla per gli altri quattro arrestati a gennaio.

Difficile dire da queste notizie se e cosa sia cambiato nel quadro delle indagini che, lo ricordiamo, riguardano una cooperativa agricola accusata di fare intermediazione illecita di manodopera e di aver costretto alcuni dei suoi dipendenti ad iscriversi alla Fai.

Condividi il Post

2 Commenti - Scrivi un commento

  1. Siamo contenti per Vaccaro. Ora potrà almeno passare la Pasqua in famiglia. Spero riceva tanti auguri da noi anonimi perchè da via Tevere si guarderanno bene di farsi sentire.
    Marco, io non ti ho conosciuto se non attraverso la brutta vicenda che ancora pesa sulla tua testa. Ti auguro di uscirne al più presto con piena formula di estraneità. Quanto a tutti quelli che in questi mesi hanno finto di non conoscerti non te ne curare. Pure Cristo nel Venerdì di passione fu tradito e rinnegato. La differenza che Pietro se n’è pentito mentre Giuda andò a impiccarsi. Decidi tu a chi da domani dare ancora credito. Il pane di certi colleghi che tu hai creduto amici è molto salato.

    Reply
  2. Osservatore interessato · Edit

    Gli auguri della Fai dipendono da cosa ha dichiarato se ha inguaiato colleghi e soprattutto i vertici fara’ la fine di Cianfoni e soci che si erano illusi di salvarsi dopo aver giurato fedelta alla regina .Peccato che nel frattempo la fai un tempo prima organizzazione nella provincia di Latina sia ridotta al lumicino ma sicuramente tutte le colpe verranno addossate al povero Vaccaro un nome una garanzia.

    Reply

Commenti