Qui continua l’avventura

Il contatore delle visite di questo blog sta per toccare la cifra di un milione. Questo vuol dire che in quattro anni sono state molte migliaia le persone che ci hanno visitato; c’è chi lo fa ogni giorno, altre ogni tanto. Qualcuno è d’accordo con noi, qualcun altro non lo è ma è interessato a confrontarsi con le nostre posizioni, e qualcuno ci guarda per curiosità o per divertimento.

Noi li ringraziamo tutti, perché è grazie a loro se questo blog va ancora avanti, ben oltre quel che avevamo immaginato all’inizio.

 

Condividi il Post

4 Commenti - Scrivi un commento

  1. Il traguardo che si approssima mi riporta alla mente un suo pensiero che condivido volentieri con quanti hanno contribuito a conseguirlo perchè conferma un suo pensiero sulla inqualificabile vicenda quando parlando di noi epurati usava dire: E’ MEGLIO CAMMINARE DA SOLI CHE INSIEME AD UNA FOLLA NELLA DIREZIONE SBAGLIATA.

    Reply
  2. MENTRE I DIRIGENTI CONFEDERALI DELLA CISL SI AUTOASSEGNAVANO I LAUTI STIPENDI SEGNALATI DAL CARO FAUSTO E MAI SMENTITI- ECCO COME PROTEGGEVANO UN SETTORE FONDAMENTALE DELLA SOCIETA’ ITALIANA COME LA SCUOLA . DAL FATTO QUOTIDIANO DI IERI 26 MARZO:
    A scuola i lavoratori piu’ poveri
    Ottocento euro in dieci anni. Sono quelli persi dal personale della scuola pubblica, secondo il Conto annuale della Ragioneria dello Stato. Nel 2017 le retribuzioni erano in media pari a 28.440 euro, la più bassa tra tutti i comparti pubblici, quando nel 2008 toccavano quota 29.280. Il dato risente del blocco dei contratti e dell’entrata nel settore di personale più giovane con stipendi più bassi. Rispetto all’anno precedente si è registrato comunque un incremento di circa 170 euro. Rispetto al 2011 la perdita è di quasi 1.900

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/26/stipendi-statali-ragioneria-dello-stato-nella-scuola-persi-800-euro-in-10-anni-regioni-statuto-speciale-boom-dei-costi/5064492/

    Reply
  3. Sarebbe bello che, oltre a sbirciare per affetto o per curiosità o ancora per tenersi aggiornato sul gossip sindacale, gli avventori lasciassero un commento per rendere più interessante o pepato l’argomento trattato. Queste servirebbe anche a far capire, a chi osteggia tale iniziativa, che esiste un mondo diverso da quello indicato dalla signora delle poste e dallo stradino!

    Reply

Commenti