Un precedente dell’Alto Adige/Suedtirol

Renzo Rampazzi ci manda dall’Alto Adige/Suedtirol il suo racconto di un commissariamento di qualche tempo fa, nella allora Fiba. Un commissariamento deciso per un’operazione di accorpamento voluta da chi non ne aveva il potere per imporla a chi l’aveva legittimamente rifiutata. Una vicenda che ricorda da vicino quelle raccontate di recente su questo blog.

Un protagonista di questa vicenda è Giulio secondo Romani, quello che sostiene l’esistenza di un complotto dei poteri forti che spargono fake news contro di lui per colpirlo. Lo dirà anchestavolta?

Un altro nome che ricorre è quello di Giovannona Ventura, protagonista delle vicende patavine degli ultimi mesi, e spettatrice silente nel caso che ci racconta Renzo Rampazzo. Nonostante che, come responsabile organizzativa della Cisl, avrebbe fatto bene almeno a dire qualcosa.

Ricorre anche il ruolo della Cisl-Probiviri, ma il loro atteggiamento è talmente scontato che non merita nemmeno di essere sottolineato. Perché lo sanno anche i sassi che loro non danno mai ragione a chi ce l’ha, ma sempre e solo a chi comanda.

Nel 100 per cento dei casi.

il9marzo.it

 

—-.

Cambia il tempo, cambiano le stagioni, quello che non cambia e’ l’agire della CISL.

Mi riferisco all’ ennesimo e sicuramente non ultimo commissariamento messo in atto nei confronti della CISL Università Padova. Commissariamento deciso non sulla base di concreti, reali, gravi comportamenti antistatutari, bensì perché non si puo’ decidere in maniera autonoma e democratica.

Le decisioni assunte, i componenti del Direttivi eletti non erano di gradimento a Roma. E tutto questo dopo 1 anno e mezzo dallo svolgimento del Congresso.

Tutto questo mi ricorda quello accaduto alla FIBA/SGBCISL Alto Adige-Suedtirol dopo lo svolgimento del proprio Congresso provinciale svoltosi il 9 marzo 2013, dove ero componente della Commissione Verifica poteri ed Elettorale.

La FIBA Nazionale, guidata da Giulio ROMANI, aveva deciso di inserire forzatamente la FIBA dell’ Alto Adige-Suedtirol nella nascitura struttura della Macroregione Nordest non prevista dallo Statuto della FIBA allora esistente, ma soprattutto non tenendo in alcun modo in considerazione la specificita’ locale, ed il rapporto con l’ USP Alto Adige-Suedtirol.

Tant’è che se chiedessimo ad un delegato se è possibile istituire una struttura statutaria non prevista dallo Statuto, la risposta sarebbe scontata.

Non così per i Probiviri Nazionali CISL, i quali, rispondendo al ricorso della FIBA/SGBCISL e della SGBCISL, hanno espresso il parere che era possibile secondo le esigenze organizzative, funzionali e di rappresentanza previste dall’ art. 5 del regolamento di attuazione.

Si confondono ad arte l’articolato dello statuto con il regolamento di attuazione.

Il percorso congressuale nonche’ il Congresso stesso si svolsero correttamente in tutte le varie fasi. Il Congresso in particolare si pronuncio’ chiaramente contro la decisione di inserire la FIBA/SGBCISL nella Macroregione Nordest.

Erano state/i correttamente elette/i le/i componenti del Direttivo, le/i delegate/i al Congresso Nazionale, le/i delegate/i al Congresso Provinciale SGBCISL, i Sindaci Revisori. Il Congresso elesse il Direttivo che a sua volta voto’ la Segreteria e venne eletto anche il Segretario Provinciale.

Naturalmente tutto fu cancellato qualche giorno dopo con il commissariamento della FIBA/SGBCISL: qualcuno aveva ragionato con la propria testa e questo non era più ammesso e possibile.

Era nata la nuova stagione della “Casa di vetro” (dove i vetri sono cosi opachi che non si vede nulla), del “Codice Etico”(applicato come sempre nei confronti dei piu’ piccoli o dei piu’ deboli), della trasparenza delle retribuzioni o delle Dichiarazioni 730 (vedere i siti delle Federazioni Nazionali e Territoriali).

In una parola la stagione della presa in giro delle/degli iscritte/i.

Stagione che dura da troppo, ma le previsioni dicono che e’ in arrivo la stagione delle piogge.

Nota bene:

Per chiarezza tengo a precisare che tutta la documentazione, compresa la e-mail per l’avvio delle procedure, non veritiera e’ stata consegnata il 10.6.2015 alla Segretaria organizzativa Signora Giovanna Ventura, la quale certamente non poteva intervenire a fronte del lodo dei Probiviri, ma almeno per conoscenza poteva …….

Bolzano 18 ottobre 2018

RAMPAZZO Renzo

Componente la Commissione Verifica Poteri ed Elettorale

del Congresso FIBA/SGBCISL del 9 marzo 2013

Condividi il Post

4 Commenti - Scrivi un commento

  1. anonimo operatore per anni · Edit

    Caro Rampazzo hai ragione
    ma i dirigenti di allora che erano contro il Giulio Secondo ora con chi stanno?
    dicono dalle vostre parti che il segretario di allora della cisl ha avuto vari incarichi importanti dalla Signora Casa di vetro(fondo pensione inps o inal nazionale e che è allineato.
    Non sono del tuo territorio e quindi potrei ave capito male, comunque hai ragione da vendere rispetto la trasparenza in particolare il Giulio Secondo accusa le banche di poca trasparenza e sul sito first non ci sono i redditi e il bilancio 2017,
    Nessuno della confederazione controlla e dice niente e i probiviri non esistono.
    Nessuna speranza contano solo i soldi girano tante prebende vedi articolo di oggi di questo sito.
    povera cisl

    Reply
  2. Bruno Della Calce · Edit

    I probbbbbbbi Viri…gli ispettori della Cisl? Se volete sapere come lavorano, come ispezionano leggete il resoconto del commissariamento FP, poi quello delle espulsioni…e dopo assumete una scatola di BIOCHETASI. Nel mio caso non ne ho avuto bisogno perchè i probbbbbbbbi viri guidati da “mano di regime clericale” e il commissario basettoni che ha fatto la indagine per procurarsi prove in provetta laboratorio contro di me hanno avuto una sola fortuna: non li ho denunciati all’Autorità Giudiziaria Civile e chiedere di intervenire per una eventuale reintegra ( non hanno nemmeno visto le mie deduzioni) e dopo che mi hanno pure tolto la tessera d’ufficio e dopo l’invito illegittimo alla mia banca di non fare la trattenuta ( caso unico e raro) …semplicemente perchè aspetto solo che la casa si svuoti un poco alla volta…NON VERSATE PIU’ SOLDI.! Il mio resoconto, la carte e le “prove in provetta” sono custodite…

    Reply
  3. osservatore interessato · Edit

    Fino a quando i probiviri saranno eletti nei congressi ai vari livelli saranno inevitabilmente al servizio della maggioranza che vince il congresso e che gli ha eletti quindi occorre sottrarli alle logiche congressuali devo essere estranei al sistema scelti tra i magistrati in pensione o tra coloro che hanno i requisiti per fare il giudice di pace.

    Reply

Commenti