Ma quando arrivano le ragazze?

Il 13 luglio scorso, si è riunito l’esecutivo della Fai a Mogliano Veneto. E dalle immagini su twitter registriamo che si è trattato di un incontro di signori (quasi) tutti dello stesso sesso, oltre che di una certa esperienza della vita. Vecchie conoscenze, e i pochi sconosciuti non sono più giovani degli altri. Questo dopo il “rinnovamento” della Federazione voluto da Via Po 21, prima con l’illegittimo commissariamento, e poi con la prosecuzione del commissariamento nella forma delle segreterie del dottor Sbarra dell’Anas e del dipendente della Cisl del Veneto Onofrio Rota.

Ma che rinnovamento è senza giovani e senza donne?

Dh-Ei9dW0AArYgZ

Dh5Ze8zWsAEPKcn

 

Condividi il Post

12 Commenti - Scrivi un commento

    1. Verissimo!
      Nonostante i grandi proclami relativi all’emancipazione delle donne, all’obbligo di coinvolgimento dei giovani (rari lavoratori sotto i 35 anni), il ridondante utilizzo di “lavoratrici e lavoratori”, “amiche e amici”, ecc.; mi pare che il maggior numero di posizione da “segretario generale” sia di dominanza maschile over 60. Le idee e le iniziative suggerite da giovani e da donne sono spesso ignorate e boicottate. Per non parlare delle proposte di donne giovani intelligenti e carine… Vade retro!
      Categoria pericolosissima per la Cisl!!!
      Donne forti che devono lavorare il doppio per dimostrare la loro competenza e il valore, nel frattempo devono allontanare i soliti mosconi (segretari uomini) in modo cordiale per evitare ripicche o gelosie…
      Pertanto non c’è da stupirsi se le teste pensanti (giovani e donne) pian piano decidano di allontanarsi e dedicarsi a altro…
      Domanda provocatoria: tra i gestori di questo blog Cisl carbonaro ci sono delle Donne?

      Reply
      1. Permettici di non rispondere, perché le regole della “carboneria” vietano di divulgare all’esterno informazioni anche indirette su come siamo organizzati al nostro interno. Comunque accettiamo la provocazione e la facciamo nostra.

        Reply
  1. Adriano Serafino · Edit

    Un flash davvero eloquente e efficace. Lo inserirò, con le ultime notizie del 9marzo.it, nell’aggiornamento in progress di http://www.sindacalmente.org di questi giorni. Aggiungendo la considerazione che quanto tu segnali avviene mentre in plancia di comando al vertice della Cisl ci sono due donne!
    Adriano Serafino

    Reply
    1. Due donne alla guida della Cisl !… Chi sono ?…. La Fur. …Lan e la Sbarra ? E nella Fai. …Onofrio si conferma come quello che conoscevamo. Sorride sempre cantilenando le sue nenie con accento e ipocrisia propria dei veneti e dei tarantini. Che sia lo Jonio un mare avvelenato ?
      Da Taranto a Capo Spartivento, terra di faide, è proprio amara la marmellata veneto calabro pugliese.
      A Mogliano Veneto li ha messi tutti su una chiatta ma dalle espressioni di alcuni volti non si può dire fossero soddisfatti: la felicità è condizione degli uomini liberi e delle donne emancipate che
      aspettano di essere cooptate in questa Fai dove neppure le donne (quelle vere) hanno diritto di pensare.

      Reply
  2. Nessuna meraviglia della scena che rappresenta una sala perfino troppo piena rispetto a quelle che raccontano alcuni resistenti che ancora vi partecipano, che parlano di autentiche precettazione (ovviamente di quelli che non possono dire di no pena licenziamento o demansionamento.

    Reply
  3. Attenti coi titoli con questo. Perchè potrebbero prenderci in parola e organizzare un’americanata di ragazze PON PON. Che fine ignominiosa “DALLE STALLE ALLE STALLE”

    Reply
  4. Donne o uomini ma i dirigenti, quelli che contano, dove sono? Io una volta ero lì, ero piccolo piccolo come dirigente perché erano presenti persone come Gorini, Massini e tanti altri!!! Oggi la miseria la sudditanza e il lecchinaggio più puro pena il licenziamento. Autoreferenzialità allo stato puro e null’altro. Povera Fai che fine hai fatto fare alla mia vecchia FISBA!!!

    Reply
  5. osservatore interessato · Edit

    a proposito di massini e di rinnovamento che fine ha fatto l’enpaia e’ vero che si prepara un cambio al vertice che coinvolgerebbe la cisl ‘

    Reply

Commenti