Il 19, a Bologna

A Bologna, venerdì 19 gennaio, ci sarà un altri incontro di presentazione del libro “Prender parola. Il metodo Scandola”. Dove, più che del libro in sé, si parlerà di cosa è il sindacato, di cosa deve essere e di cosa rischia di diventare quando si dimentica di cosa è e di cosa deve essere. E lo faremo a partire da una storia, quella di Fausto Scandola, che continua a dare fastidio a un po’ di persone alle quali è giusto che dia fastidio. Anche perché, direbbe la vecchia canzone, “la verità ti fa male, lo so”.

Stavolta però, a differenza dell’appuntamento di Potenza, l’invito al boicottaggio non è stato messo in forma scritta con nomi e cognomi. Ma noi confidiamo che l’effetto sia lo stesso, e cioè che in sala ci sarà la partecipazione di gente che ha voglia di prender la parola e di dire come la pensa. Come già a Verona, Torino, Ivrea, Potenza e Savona. Per un totale di alcune centinaia di persone coinvolte. Persone capaci di pensiero e di parola.

Chi invece si accontenta di una Cisl organizzata come una caserma, dove chi sta in alto decide come la si deve pensare, e quali persone e quali ambienti  non si devono frequentare per non cadere in disgrazia presso i potenti, chi accetta questo stato di cose non sarà libero di esserci. E si perderà l’occasione di discutere con noi per vedere in cosa ciascuno di noi sta sbagliano, perché della verità, come disse una volta don Milani, non c’è mica il monopolio come delle sigarette.

Solo che, ci pemettiamo di aggiungere, chi non accetta la discussione non se potrà mai accorgere.

L’incontro si terrà alle 17.30 nella Sala del Consiglio del Quartiere Santo Stefano, in via Santo Stefano 119, dove si può arrivare con l’autobus linea 32, circolare esterna destra, dalla stazione centrale, scendendo all’ottava fermata ‘Porta Santo Stefano’.

Bologna

Condividi il Post

2 Commenti - Scrivi un commento

Commenti